Le attività professionali non ordinistiche costituiscono una realtà economica in crescita, che richiede sempre più attenzione in quanto costituisce un’area importante di sviluppo.

Nel recente periodo si sono potuti apprezzare i primi interventi concreti a sostegno di questa importante categoria, in particolare con l’emanazione del Jobs Act degli autonomi e con le misure contenute nella Legge di Bilancio 2017 e 2018.

Tuttavia, emerge la necessità di ulteriori misure che favoriscano la competitività dei professionisti - a partire dalla semplificazione fiscale e burocratica - e la corretta dinamica concorrenziale nei rapporti con la Pubblica Amministrazione.

Inoltre, soprattutto per le nuove professioni legate alle mutate esigenze del mercato ed anche allo sviluppo tecnologico, si pongono ulteriori sfide che andranno affrontate puntando sempre più sulle competenze e sul loro riconoscimento.

Più in generale, la valorizzazione dei percorsi formativi rappresenta una leva che può agevolare la creazione ed il consolidamento di competenze professionali e che, nel nuovo mercato del lavoro connotato da un continuo mutamento anche dei percorsi lavorativi personali, può consentire una migliore adattabilità al cambiamento.

In particolare, in riferimento all’attuale quadro normativo, per sviluppare le migliori condizioni per salvaguardare il valore delle professioni e la qualità del servizio offerto, il Coordinamento di Confcommercio professioni ritiene necessario portare all’attenzione della prossima legislatura le seguenti riflessioni.

AREA RISERVATA SOCI APAFORM