Giovanni Ricci

Giovanni Ricci

Giovanni Ricci nasce a Roma il 27 aprile 1966. Figlio di Domenico e Maria Laura Rocchetti. Ha un fratello più piccolo di nome Paolo.
Sociologo e Criminologo studia e continua a studiare gli accadimenti che hanno segnato la sua vita: il rapimento di Aldo Moro e la strage della sua scorta tra i quali agenti vi era il proprio padre Domenico Ricci (App. dei Carabinieri Medaglia d’Oro al Valor Civile alla memoria e Medaglia d’oro di Vittima del Terrorismo).
Ha lavorato nello Stato come “Analista d'Intelligence” per 39 anni.
Collabora con le Associazioni delle Vittime del Terrorismo e delle Stragi alla stesura della legislazione a tutela di tale categorie.
Collabora con il Ministero dell’Istruzione attraverso un protocollo d’intesa tra tale dicastero e le Associazioni delle Vittime del Terrorismo per la conoscenza e la trasmissione dell’infausto periodo del terrorismo e dello stragismo nelle scuole di ogni ordine e grado e nelle università italiane.
Collabora al progetto Youtube Memoriando.TV per raccontare cosa siano stati i cd. “Anni di piombo e… non solo”.
Ha collaborato alla progettazione e stesura di diversi libri e ha all’attivo centinaia di articoli giornalistici in materia di terrorismo e di Giustizia Riparativa.
Da diversi anni organizza la “Giornata della Memoria” nelle Marche con l’obiettivo è portare le testimonianze delle Vittime del Terrorismo e delle Stragi ai ragazzi delle scuole, così come ha tenuto numerosi incontri e webinair con scuole di ogni ordine e grado e le università italiane.
Presidente dell’Associazione Domenico Ricci per la memoria dei Caduti di via Fani. Unitamente all’Associazione che presiede e al Comune di Staffolo (AN) ha contribuito, grazie anche al contributo del Liceo Artistico Mannini di Jesi (AN), alla realizzazione del primo ed unico “Muro della Memoria italiano delle Vittime del Terrorismo e delle Stragi” d’Italia.
Dal 2022 è promotore dell’annuale evento “Musica per la Memoria” in collaborazione con Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di Finanza. Tale evento vuole ricordare attraverso la musica gli appartenenti delle Forze dell’Ordine caduti a causa di attentati terroristici mettendone in primo piano la persona e la loro vita dedicata alla difesa della Costituzione.
Insignito dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica Italiana dal 2018 per meriti eccezionali “Motu Proprio” dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Ricerca il tuo corso